Come far diventar libertari i vostri figli

Quando vorrete ricompensare vostro figlio per qualche lavoretto (pulire la stanza, fatto i compiti a casa ecc.) comprategli un gelato, poi appena sta per degustarlo prendetegli il 47% del gelato e ditegli:

“Ecco figlio mio oggi hai imparato cosa sono le tasse.”

😉

hat tip: qui

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in tassazione=schiavitù. Contrassegna il permalink.

10 risposte a Come far diventar libertari i vostri figli

  1. Davide ha detto:

    Per fortuna non vedo nulla!
    (Figli a cui s’impongono i ‘dogmi’ libertari sono davvero liberi?)
    (Ma siamo davvero liberi di scegliere?) 😉

  2. fabristol ha detto:

    L’educazione dei figli è un atto autoritario di per se stesso, come la stessa procreazione. Non esiste libertà nell’educazione e nell’istruzine perché il bambino è una creta malleabile nelle mani dell’adulto.
    Ma davvero preferisci che qualcun altro insegni altro? Che so, che le tasse sono bellissime e che devono obbedire ad una entità astratta chiamata stato?

  3. Davide ha detto:

    No, no, concordo con te. Solo che l’educazione, come ben dici, è uno di quei problemi quasi insolubili in chiave libertaria. Ammesso poi che veramente sia così influente come riteniamo!

    Comunque continuo a non vedere nulla oltre al titolo del post… 😐

  4. fabristol ha detto:

    Azz, era rimasto in bozze. Ora si dovrebbe vedere. 😉
    Mmm, capisco quello che vuoi dire e in parte condivido che possa essere un problema ma… DAvide dei fare i conti con la realtà. Insomma anch’io sono un idealista ma vorrei anche trovare dei punti di contatto col mondo reale. Preferisco educare i miei figli agli ideali di libertà individuale e di rispetto degli altri piuttosto che darli in pasto ai pescecani collettivisti che vogliono sacrificarli all’altare della comunità.
    Tanto vale non farli neppure allora (e penso che questa sia la tua filosofia, giusto?)

  5. Davide ha detto:

    Sì, credo proprio che non sia il caso di farne, né per il proprio egoismo (a scapito di un altro essere umano che potrebbe pentirsi d’essere nato!) né per le altrui imposizioni.

    Finalmente adesso leggo il post. Effettivamente è educativo, ma manca la parte in cui il padre, dopo essersi preso la sua metà di gelato e averlo leccato e mangiato fin quasi in fondo, restituisce al figlio la punta del cono, dicendogli: «Vedi a cosa servono le tasse?». 😉

  6. astrolabio ha detto:

    potresti anche cagarti in mano dargli la cacca e dirgli, “questi sono i servizi che ti restituisce in cambio”

  7. Davide ha detto:

    Astrolabio, la tua metafora batte decisamente la mia. Chapeau!

  8. fabristol ha detto:

    Un padre modello! 😉

  9. scialuppe ha detto:

    Mi sembra un ottimo sistema educativo, già li vedo i bimbi da vecchi dopo aver passato una vita a militare in qualche formazione stalinista a raccontare ai nipoti: quel bastardo di mio padre libertario che mi mangiava il gelato! 😀

    Scherzo.
    Però conosco un anarchico che fa il professore di storia e si ostina a sfruttare la sua posizione di professore per introdurre i suoi studenti al pensiero libertario (anche se non è libertario nel senso che intende il padrone di casa). Secondo me fa solo che danni.

  10. libertyfighter ha detto:

    Sull’educazione non vedo alcun controsenso. L’infante non è in grado di badare a se stesso e quindi è tutelato dal procreatore. Sostanzialmente il figlio è “di proprietà” dei genitori fintanto che non diventa adulto ed indipendente. Ragion per cui è diritto libertario del genitore educare il figlio secondo le proprie convinzioni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...