Un Parlamento senza governo

Interessante questa prospettiva:

7. E non si possono proporre leggi e votarle in Parlamento, tema per tema, senza un governo?
Si può proporle, anche al primo giorno di insediamento: è il Parlamento che propone le leggi e le approva, e il governo ha solo alcuni strumenti legislativi secondari. E fino all’insediamento di un nuovo governo, il governo Monti resta in carica, dimissionario, “per il disbrigo degli affari correnti”. Ma la produzione legislativa del Parlamento prevede la presenza del governo in una serie di passaggi (calendario con i capigruppo, lavori delle commissioni, discussione in aula) con un ruolo attivo che non è negli “affari correnti” di un governo dimissionario.

E perché no? A che serve un governo se c’è già un Parlamento? Ministeri? Quelli lavorano comunque anche senza direttive dai governi. Regioni? Autonome.

Sì lo so ci sono una marea di altre cose che fa il governo (o che dovrebbe fare) ma siamo veramente sicuri che il paese si blocchi? Ovviamente no. E non si blocca neppure senza un Parlamento. Forse Grillo sarà un ottimo strumento per far capire alle persone che tutte quelle istituzioni che diamo per scontate in realtà in realtà sono sovrastrutture superflue che servono per dar da mangiare ai soliti amici degli amici.

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Un Parlamento senza governo

  1. mlejnas ha detto:

    In questa situazione non saprei dire se un’assenza di governo possa davvero essere considerata una condizione “inerziale”: lo stato delle finanze italiane è al collasso e i mercati, in mancanza di fiducia — assenza di decisioni in merito — potrebbero semplicemente certificare la sua insolvibilità. Poi si può discutere se un fallimento di questo tipo possa essere meglio o peggio delle prospettive di un governo “regolare”, ma, voglio dire, l’assenza di governo in questo caso potrebbe non essere un semplice mantenimento dello status quo (da preferire ad un’espansione delle intrusioni statali, come era successo in Belgio) e potrebbe avere effetti molto evidenti, rispetto all’andamento delle cose con un governo in carica.

  2. procellaria ha detto:

    c’è forse qualcuno che sospetta di non riuscire a trovare il proprio pube se non c’è un governo in carica?

  3. lector ha detto:

    Ciao Fabri. Per ragioni professionali, l’altro giorno esaminavo il bilancio d’un comune. Le spese per dipendenti e quelle di struttura (telefono, riscaldamento, luce, compensi agli organi istituzionali, ecc.), assorbono il 50% delle entrate. In pratica, per ogni due euro che il cittadino paga d’imposte locali, uno viene assorbito dall’organizzazione che serve per riscuoterle.
    E qui stiamo parlando d’un comune virtuoso. Probabilmente, in altre realtà, il rapporto è uno a uno o quasi.

  4. Godot ha detto:

    Serve perchè l’Italia non è come il Belgio. Siamo caotici e caciaroni per definizione. E senza un Governo finiremmo per “pagare sì i parlamentari”… e non costruire nulla.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...